PsicoLexicon icon

PsicoLexicon

★★★★★
★★★★★
(3.62/5)

1.2Free5 years ago

Download PsicoLexicon APK latest version Free for Android

Version 1.2
Update
Size 610.02 KB (624,661 bytes)
Developer Think2it
Category Apps, Medical
Package Name me.ldp
OS 2.2 and up

PsicoLexicon APPLICATION description

Un lessico di Psicopatologia per il tuo Smartphone con sistema operativo Android.

- Autorevole. Realizzato sotto l’egida della Società Italiana di Psicopatologia
- Aggiornato. Update automatico delle definizioni
- Ricco. Autori di prestigio internazionale
- Flessibile. Cerca e organizza tra i preferiti i termini di maggiore utilità
- Completo. Oltre 120 definizioni da più di 60 autori
- Innovativo. La prima App del genere in Italiano
- Conveniente. Gratis sull’Android Market

Tratto da "Lessico di Psicopatologia" a cura della Società Italiana di Psicopatologia (SOPSI) edito da Il Pensiero Scientifico Editore, 2010.

Realizzato con un grant educazionale di Lundbeck Italia.

L'idea di compilare un lessico di psicopatologia per il clinico è nata da diverse considerazioni.

La prima è che tra gli psichiatri italiani, e non solo italiani, si sta facendo strada da tempo la voglia di conoscere meglio o di riscoprire la psicopatologia.
Una voglia che esprime spesso, oltre al desiderio di arricchimento culturale, il bisogno di riaffermare la propria professionalità, emancipandosi da una pratica quotidiana sempre più piatta e demotivante, in cui il vocabolario professionale si è ridotto ad una decina di parole.

La seconda constatazione è che questa voglia di psicopatologia trova oggi poche risposte.
Da una parte ci sono i trattati classici, spesso di difficile reperimento, inevitabilmente appesantiti dalla polvere lasciata dal tempo e privi di alcuni capitoli oggi di grande interesse per il clinico. Dall'altra ci sono i lavori recenti, quasi sempre in inglese, in genere sofisticati e di difficile lettura e pubblicati su riviste quasi introvabili (perché le riviste maggiori, quelle più lette, raramente contengono lavori di psicopatologia).
Non esiste un trattato o un manuale moderno di psicopatologia in lingua italiana che riproponga i concetti classici e riassuma le nuove acquisizioni e, quand'anche questo trattato o manuale esistesse, il clinico probabilmente non avrebbe il tempo di leggerlo.

La terza considerazione è che oggi esistono in psicopatologia vari orientamenti e diverse scuole, che propongono modelli differenti. Un trattato o un manuale di psicopatologia correrebbe il rischio di risultare unilaterale oppure troppo eterogeneo.
Il problema dell'eterogeneità è meno rilevante per un lessico, a cui non si chiede necessariamente di fornire una visione d'insieme coerente.

La quarta constatazione è che la tradizione psicopatologica italiana è molto ricca, ed anche variegata, ma che questa ricchezza è spesso sconosciuta al clinico.
Per di più, si tratta di una ricchezza largamente riconducibile a generazioni di studiosi che hanno lasciato o stanno per lasciare la pratica clinica.
Far conoscere questa tradizione ai giovani psichiatri è indispensabile, prima che sia troppo tardi e che si venga a creare un gap che non sarà più possibile colmare.

La quinta considerazione è che i nostri attuali sistemi diagnostici sono tanto dettagliati e meticolosi nel delineare le sindromi quanto sono superficiali ed elusivi nel descrivere i sintomi e i segni psicopatologici.

Basta leggere il glossario contenuto in alcune pagine alla fine del DSM-IV per rendersene conto.
Le poche parole dedicate a sintomi come i deliri e le allucinazioni appaiono non esaurienti o persino confusive.

Ecco dunque i motivi alla base dell'idea di produrre questo lessico, le cui voci sono state affidate a diversi psichiatri e psicologi italiani, nonché ad alcuni esperti stranieri che hanno fornito contributi fondamentali e sono in grado di esporli con chiarezza al clinico.

Dall'Introduzione al volume di Mario Maj, Carlo Maggini e Alberto Siracusano

A lexicon of Psychopathology for your Smartphone with Android operating system.

- Authoritative. Made under the auspices of the Italian Society of Psychopathology
- Updated. Automatic update of definitions
- Rich. Authors of international prestige
- Flexible. Search and organizes a favorite terms of greater utility
- Complete. Over 120 definitions for more than 60 authors
- Innovative. The first App of its kind in Italian
- Convenient. Free on the Android Market

Taken from the "Glossary of Psychopathology" by the Italian Society of Psychopathology (SOPSI) published by Il Pensiero Scientifico Editore, 2010.

Made with an educational grant from Lundbeck Italy.

The idea to compile a lexicon of psychopathology for clinical arose from several considerations.

The first is that between the Italian psychiatrists, and not only Italian, is making its way from the time the desire to learn more or to rediscover psychopathology.
Often expressed a desire that, in addition to the desire for cultural enrichment, the need to reassert their professionalism and to be freed from a daily practice more and more flat and demotivating, in which the professional vocabulary was reduced to a dozen words.

The second finding is that this desire of psychopathology is today very few answers.
On the one hand there are the classical treatises, often difficult to find, inevitably burdened by time and dust left by the lack of some chapters now of great interest to the clinician. On the other hand, there are recent works, almost always in English, generally sophisticated and difficult to read and almost impossible to find in magazines (because major magazines, the most read, rarely contain works of psychopathology).
There is not a treaty or a manual of modern psychopathology in Italian that will reclaim the classical concepts and summarizes the new acquisitions and, even if this treatise or manual existed, the clinician would probably not have time to read it.

The third consideration is that today there are various guidelines and psychopathology in different schools offering different models. A treaty or a handbook of psychopathology would run the risk of being one-sided or too heterogeneous.
The problem of heterogeneity is less relevant to a lexicon, which is not asked necessarily to provide a coherent overview.

The fourth observation is that the psychopathological Italian tradition is very rich, and also varied, but that this wealth is often unknown to the clinician.
What is more, it is a wealth largely due to generations of scholars who have left or are about to leave clinical practice.
Bring this tradition to young psychiatrists is essential, before it is too late and that is to create a gap that can no longer be filled.

The fifth consideration is that our current diagnostic systems are so detailed and meticulous in delineating syndromes as they are superficial and elusive to describe the symptoms and signs of psychopathology.

Just read the glossary contained in a few pages at the end of the DSM-IV to realize this.
The few words dedicated to symptoms such as delusions and hallucinations appear to be non-exhaustive or even confusing.

Here are the reasons behind the idea of ​​producing this lexicon, whose entries have been entrusted to several psychiatrists and psychologists Italian, as well as some foreign experts who have provided key contributions and are able to express them clearly to the clinician.

From the Introduction to the volume of Mario Maj, and Carlo Alberto Maggini Syracuse

↓ Read more
PsicoLexicon screen 1 PsicoLexicon screen 2 PsicoLexicon screen 3 PsicoLexicon screen 4